fbi

Milano Lifestyle intervista Alessandro Nardone

Descriviti in poche righe. Diciamo che sono un “ragazzo” di trentotto anni, sposato con Irene e papà di Vittoria, che tra pochi giorni ne compirà due. Lavoro al Casinò di Campione e seguo alcuni progetti legati prevalentemente al social media marketing ed alla comunicazione attraverso le nuove tecnologie. Tra le mie passioni, ovviamente, c’è la scrittura: curo personalmente tre blog, scrivo per diverse testate online e, infine, ho da poco pubblicato il mio terzo libro. Il Predestinato è il tuo ultimo libro, di che cosa parla? Un giornalista lo ha definito “un romanzo americano...

Leggi tutto...

Il “grande fratello” mondiale al tempo di Snowden e Obama

(l.m.) Un thriller internazionale inquietante e ricco d’azione, tra Los Angeles, Washington e l’isola di Aruba, che vede al centro un potenziale candidato repubblicano alla presidenza Usa. Prende le mosse dalla tragedia (ancora piena di punti oscuri) dell’11 settembre 2001 e dal recente Datagate, ossia le rivelazioni dell’ex tecnico della National Security Agency e della Cia, Edward Snowden, relative al programma di controllo di massa di Usa e Regno Unito. Il “grande fratello” in versione terzo millennio è raccontato dal nuovo romanzo Il predestinato del comasco Alessandro Nardone...

Leggi tutto...

l’11 settembre di Nardone. Arriva “Il Predestinato”, thriller internazionale

Classe 1976, il comasco Alessandro Nardone (foto) è al terzo romanzo. Con Il predestinato, uscito da poche settimane, punta molto in alto: «È un thriller fantapolitico ambientato sullo sfondo del Datagate - dice - ricco di colpi di scena. Si ispira a fatti storici come la tragedia dell’11 settembre 2001 (da cui, peraltro, prende le mosse la narrazione), il crollo del Muro di Berlino e l’assassinio del presidente Usa Kennedy. C’è tanta azione, ma non manca l’amore». Il sito web è www.ilpredestinato.it  L’11 settembre alle 20.45 il libro sarà presentato a Milano, al Museo Fermo...

Leggi tutto...

Il Predestinato – “Dall’11 settembre al Datagate, i poteri che governano il Mondo”

Dalle nostre parti, dici Datagate e pensi Stati Uniti. Errore madornale, figlio di quel neanche tanto velato menefreghismo con cui, in Italia, siamo portati ad approcciarci alle notizie di politica estera, fatti logicamente salvi i casi in cui questi non riguardino direttamente i nostri conti in banca. Argomento sul quale potremmo aprire una discussione infinita. Questa premessa per arrivare al punto, ovvero che l’errore sta nell’approcciarci alle notizie riguardanti lo scandalo Datagate come se fossero fondamentalmente gatte da pelare altrui mentre, al contrario, per dirla con il celebre Morpheus...

Leggi tutto...

Il Datagate è intorno a noi, i nuovi Snowden potrebbero essere molti

di Alessandro Nardone - Dalle nostre parti, dici Datagate e pensi Stati Uniti. Errore madornale, figlio di quel neanche tanto velato menefreghismo con cui, in Italia, siamo portati ad approcciarci alle notizie di politica estera, fatti logicamente salvi i casi in cui questi non riguardino direttamente i nostri conti in banca. Argomento sul quale potremmo aprire una discussione infinita, ma che non è quello di cui intendo parlarvi, almeno oggi. Questa premessa per arrivare al punto, ovvero che l’errore sta nell’approcciarci alle notizie riguardanti lo scandalo Datagate come se fossero fondamentalmente...

Leggi tutto...

“Il Predestinato”, fantapolitica sullo sfondo di Datagate e Snowden: la presentazione a Milano

"Il Datagate è ovunque, intorno a noi". Parafrasando Morpheus del film cult Matrix, lo scandalo intercettazioni della NSA non è affare americano, ma mondiale. E come tale anche italiano, perché dietro la vicenda di Edward Snowden si celano ancora molti misteri. La domanda cruciale dunque è: quanto sono coinvolti i nostri dati personali nelle strategie investigative globali? Si proverà a rispondere a questo interrogativo giovedì 11 settembre alle 20.45 a Milano, presso il Museo Fermo Immagine. L'occasione è l'uscita de Il Predestinato, thriller fantapolitico ambientato sullo sfondo proprio...

Leggi tutto...

Campione, presentato “Il Predestinato”: Nardone porta l’11 settembre e il Datagate dentro un entusiasmante thriller fantapolitico

"Il Predestinato è molto più di una spy story, è un libro che ha la forza di andare oltre alla fiction perchè parla di fatti veri, come l'11 settembre e il Datagate, in cui si mischiano l'amore, gli intrighi tra Cia ed Fbi, l'azione e i colpi di scena. Per certi versi, metaforicamente rappresenta il contrario della politica nel senso che, a differenza di quest'ultima, pur trattandosi di un romanzo, è in grado di affrontare con chiarezza la realtà". Queste le parole di Carlo Cattaneo, giornalista dell'Intraprendente e dell' Huffington Post in merito all'ultimo thriller fantapolitico di Alessandro...

Leggi tutto...

Alessandro Nardone e il suo nuovo romanzo: “Selfpublishing, la nuova frontiera dell’editoria”

“Ci ripensi, il selfpublishing va bene per gli sconosciuti, non per uno scrittore emergente come lei. La gente penserà che non ha trovato un editore disposto a pubblicare il suo romanzo”. Suppergiù è stato questo, il refrain degli editori che mi avevano proposto un contratto per Il Predestinato, quando ho comunicato loro che la mia scelta sarebbe caduta su Youcanprint. Certo, si tratta di una scommessa, ma che vale la pena di essere giocata. D’altra parte siamo o non siamo figli della rivoluzione digitale? E allora, se davvero vogliamo stare al passo con i tempi – che corrono, e anche...

Leggi tutto...

Esce “Il Predestinato”, il nuovo libro di Alessandro Nardone

Alessandro Nardone mi ha spiazzato. Già, perché quando mi ha confidato che stava lavorando al suo nuovo libro mi aspettavo – e come me credo molti – se non il seguito vero e proprio, qualcosa di molto simile al suo primo romanzo, il bestseller Ti odio da morire. Invece mi sono trovato tra le mani un thriller fantapolitico ambientato negli Stati Uniti. Lo ammetto, all’inizio ero un po’ titubante, ma è bastato leggere le prime righe per trasformare lo scetticismo iniziale in voglia di divorare il libro che avevo tra le mani. Insomma, toglietevi dalla testa lo stereotipo dei thriller pesanti...

Leggi tutto...