11 settembre

Il Predestinato: il Datagate spiegato agli americani

Si chiama Alessandro Nardone, è italiano e il suo libro parla di un tema caro agli USA che sembra non toccarci. Eppure dovrebbe. Lui ne è certo, se solo fosse nato a New York con il nome di Alexander, sarebbe stato tutto più semplice, almeno dal punto di vista editoriale. Sarà per questo che il protagonista del suo ultimo libro, Il Predestinato, si chiama proprio così: Alex, diminutivo di Alexander. Il romanzo di Alessandro Nardone prende libero spunto dai fatti del Datagate, il caso scoppiato dopo le ammissioni di Edward Snowden nell’estate del 2013, tutte incentrate sulle capacità di spionaggio...

Leggi tutto...

Il Predestinato recensito da Il Giornale OFF

Spesso, l’intreccio tra realtà e letteratura è stato in grado di regalarci chiavi di lettura originali e in qualche caso illuminanti in merito a questioni attuali. Sì, perché uno scrittore che si cimenta in un’opera imperniata sulla fantapolitica si produce nel non semplice esercizio di rielaborare fatti realmente accaduti trasformandoli nella tavolozza di colori nei quali intingerà il pennello per dipingere i contorni della sua storia. Nelle scorse settimane, sulle pagine del Giornale, sono stati pubblicati ampi stralci di Sottomissione, romanzo che ha destato scalpore  perché uscito...

Leggi tutto...

Nardone: tre libri, mille cose da dire

Tre libri di successo, l’ultimo dei quali “La destra che vorrei”, con prefazione di Francesco Storace, verrà presentato lunedì 9 marzo a Como  (auditorium di Espansione Tv, ore 20.45) alla presenza dello stesso leader de La Destra. Tre libri  - ci sono anche “Ti odio da morire” e “Il predestinato” - che portano la firma di Alessandro Nardone. Giovane autore, origini ciociare ma dall’infanzia trapiantato in Lombardia, tra Como e Campione d’Italia, un lavoro nel settore del marketing e della comunicazione, una famiglia stupenda e una bambina da crescere, la politica...

Leggi tutto...

Il Predestinato di Alessandro Nardone, una spy-love-crime story al tempo del Datagate. Buoni contro cattivi e in mezzo la libertà di tutti noi

Siamo tutti controllati. Bella novità, penserete, a dirlo al mondo intero ci aveva già pensato Edward Snowden con il Datagate scoppiato l’anno scorso. Ma cosa pensereste se i dati raccolti dal progetto Prism, ossia ciò che ha scatenato lo scandalo sui media di tutto il mondo e utilizzato dal governo degli Stati Uniti per spiare governi e civili, fossero le armi utlizzate in una “guerra” interna alla stessa intelligente americana? Un qualcosa di estremamente contorto e terrificante, ancora più pericolo delle informazioni svelate dall’ex collaboratore della CIA. Tutto ciò è lo sfondo...

Leggi tutto...

Vi consiglio di leggere Il Predestinato perché…

di Milla Prandelli – Illuminante. Per scoprire chi è Maggie: un’amica d’infanzia scomparsa dichiarata morta, che riappare ad Alex, il personaggio chiave del libro, in occasione dell’11 settembre. C’è anche Veronica: una giornalista che rapisce il cuore di quello che, nella finzione del tomo, potrebbe diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti. E non mancano interessanti riferimenti allo scandalo “datagate” e un saltonel “mio” Afghanistan, dove incontrerete un americano che spiffera al nemico i segreti del suo paese. Tutto sembra già essere stato scritto. Alessandro...

Leggi tutto...

Iginio Massari presenta Il Predestinato a Rainews24

Il più grande Maestro Pasticcere italiano di tutti i tempi, ospite di Alberto Melloni a Il Sabbatico, parla de Il Predestinato di Alessandro Nardone.

Leggi tutto...

Pensa, poi, al Datagate, alla tua libertà e ai giochi del destino

«Benvenuti nello “Sceriffo d’America”, signori!», esclamò Da Silva, ostentando un certo orgoglio. Una volta entrati, sia io che Veronica rimanemmo letteralmente esterrefatti, a bocca aperta. Nemmeno il tempo di guardarci negli occhi, che la porta che avevamo appena oltrepassato si chiuse alle nostre spalle. Da Silva aveva ragione, il posto in cui eravamo arrivati era la pancia dell’Fbi, anzi, a ben vedere, era la vera Fbi. Infatti, quella nostra discesa agl’inferi del quartier generale californiano, ci aveva portati in quella che, a prima vista, appariva come una centrale...

Leggi tutto...

Lorenzo Canali intervista Alessandro Nardone, ascolta il podcast

Terzo libro per Alessandro Nardone. Ne “Il Predestinato” lo scrittore comasco costruisce una spy story che, dall’11 dettembre, si dipana fino al Datagate con protagonista Alex Anderson, giovane membro del Congresso degli Stati Uniti, alle prese con terrorismo, intrighi orditi dalla National Security Agency e crisi di coscienza. Pur muovendosi nella fiction nel romanzo non mancano riflessioni su una società “intercettata” dove la privacy è costantemente violata. A cura di Lorenzo Canali Per ascoltare il podcast dell'intervista clicca qui

Leggi tutto...

Magdi Cristiano Allam su Ghoncheh Ghavami e “Il Predestinato”

Com'è possibile che Ghoncheh Ghavami, una cittadina britannica di origine iraniana, venga condannata a un anno di carcere in Iran per aver cercato di assistere a una partita di pallavolo maschile tra l'Italia e l'Iran svoltasi a Teheran? Il 20 giugno la ragazza era stata fermata con altre attiviste per i diritti femminili mentre cercavano di entrare a una partita di World League, Iran-Italia, malgrado il divieto imposto dalla rigida morale del regime islamico che vieta la promiscuità sessuale nei luoghi pubblici. Rilasciata nell'arco di alcune ore, Ghoncheh era stata arrestata di nuovo dopo...

Leggi tutto...

“Il Predestinato” tra attualità ed arte, Sergio Gaddi: “Azzeccata la citazione di Monet per descrivere il tramonto di Aruba”

È stato un dibattito estremamente coinvolgente, quello ospitato giovedì dal Grand Hotel Victoria di Menaggio, nel cuore del Lago di Como. L’incipit dell’incontro – organizzato dall’Associazione Artelario con il patrocinio del Comune di Menaggio – era “Il Predestinato”, ovvero l’ultimo romanzo di Alessandro Nardone, un thriller fantapolitico a stelle e strisce la cui trama si snoda su fatti di storia contemporanea come gli attentati dell’11 settembre, e di forte attualità come lo scandalo Datagate. Una presentazione sui generis, moderata in maniera pressoché perfetta...

Leggi tutto...